Parte 72

“ C’è una mano che suona una rivoluzione, dita che di tanto in tanto, curiose, s’affacciano oltre la sesta corda solo per sbirciare un placido tramonto autunnale dall’aria nuova. Ci sono pause tra i momenti, piccole attese che non sono mai state, che hanno lo stesso sapore dei silenzi di campagna tra il frinire e … More Parte 72

Parte 71

“ Colpiti, indifesi, perduti e spaventati. Sconfitti. Noi così egocentrici eroi dall’orgoglio colmo di ogni impresa. Noi così battuti da noi stessi, da ogni errore distrattamente lasciato indietro di almeno un passo. Abbiamo perso, abbiamo perso tutti, almeno fin qui. Nella nostra storia capitoli macchiati di sangue e vergogna, fin troppo dolorosi da ricordare, sono … More Parte 71

Parte 70

“ L’avevo vicina, ma mai abbastanza. La sua pelle scivolava tra le mie mani, calda come la vita. La presa stretta sui fianchi non bastava mai a tenerla per davvero. L’ho creduta mia, e di continuo sfuggiva silente. Poi ho capito. Ho capito che lei non lo era e non voleva esserlo, che non apparteneva, … More Parte 70

Parte 69

“ Novecento. Novecento le nostre parole. Novecento e oltre i motivi. Novecento il pianista che solcava l’oceano, cullato dalle onde delle frasi che leggevamo, quelle che, in fondo, continuiamo ad amare. Queste righe non saranno mai lette, ma se lo fossero, un giorno, qui so che verranno capite. Ora che calde gemme ci cadono addosso, lacrime … More Parte 69

Parte 68

“ Stringi, stringi forte. Fermami. È questo tempo fragile che non so più se esiste, perché se tutto non fosse altro che l’alternarsi, caotico, di noi, allora se mi fermassi, se riuscissi a fermare me stesso, abbatterei ogni secondo e sarei di nuovo vivo. Ma è questo tempo che è fragile, che lo è perché … More Parte 68

Parte 67

“ Voglio un Dio all’altezza dei miei peccati. Voglio un Dio per espiare ogni mia colpa. Voglio un Dio per dare un senso ad ogni mio insensato gesto. Voglio un Dio che sia un pretesto. Voglio un Dio solo come voglio io, la sconclusionata conclusione di ogni mia parola sciolta. Voglio un Dio che lo … More Parte 67

Parte 66

“ Fallo, ti prego, sorridimi ancora. Che quella fossetta è il tuo pregio migliore, e non lo sai. È buio, è tardi. Ma poi per cosa? Fuori piove e adesso anche qui, su di un’anima chiara offuscata dall’acqua. Non scivola più. Perché? Perché non scivola ora? Un tempo ogni pioggia cadeva leggera, adesso rimane sospesa … More Parte 66