Parte 77

” Io e le tue gambe
Addosso in disordine
La mia testa finge
Di accarezzarti la pelle
Parliamo di quanto sei brava
A nascondere gli occhi
Da tutti i miei sguardi
Parliamo in silenzio
Tu neanche lo sai
Persa nella tv
Distratta
Quegli occhi
Maledetti quegli occhi
Dovevano essere i miei
Per non vederli da qui
Nemmeno una volta
Per non caderci dentro
Nemmeno una volta
E invece eccomi
Ne è bastata una
Caduto senza grida
Una volta soltanto
Nei tuoi occhi
Fin su questo divano
Con le tue gambe addosso
E il caldo di inizio estate
Che mi fanno sudare
Ma tu sei distratta
In un silenzio tra noi
Bello quasi quanto te

Ti prego non toglierle”

E.B.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...